Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
consolato_madrid

Elezioni Politiche 2018 - Voto all'estero

 

Elezioni Politiche 2018 - Voto all'estero

Con Decreto del Presidente della Repubblica n. 209 del 28 dicembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2017 sono stati convocati per domenica 4 marzo 2018 i comizi elettorali per il rinnovo del Parlamento.

Si ricorda che il VOTO è un DIRITTO tutelato dalla Costituzione Italiana e che, in base alla Legge 27 dicembre 2001, n.459, votano all’estero per corrispondenza per eleggere i candidati che si presentano nella Circoscrizione Estero:
1) gli elettori residenti all'estero e iscritti all’AIRE, che non abbiano esercitato l'opzione per il voto in Italia entro l'8 gennaio 2018;
2) gli elettori temporaneamente all’estero per almeno 3 mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche che abbiano presentato l’opzione per il voto all’estero direttamente al proprio Comune entro il 31 gennaio 2018 e i loro familiari conviventi, qualora non iscritti all’AIRE.

Si vota per posta, con le modalità indicate dalla Legge 27 dicembre 2001 n. 459 e dal Decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2003 n. 104.

Si ricorda che il voto è personale, libero e segreto e che gli elettori hanno l’obbligo di assicurare la custodia del materiale elettorale ricevuto fino al successivo invio al Consolato, nonché il divieto di cessione a terzi, pena l’applicazione delle sanzioni penali previste dalla legge (art. 18 della L. 459/2001).

Entro il prossimo 14.02.2018 l’Ufficio consolare invierà per posta al domicilio di ciascun elettore un plico contenente il certificato elettorale, la scheda o le schede elettorali (a seconda che l’elettore abbia i requisiti per votare solo per la Camera dei Deputati o anche per il Senato della Repubblica), una busta piccola, una busta di formato più grande - preaffrancata - recante l’indirizzo del competente Ufficio consolare, un foglio informativo con le istruzioni per esercitare il diritto di voto e le liste dei candidati.

In caso di mancata ricezione del plico a domicilio, a partire dal 18.02.2018, gli elettori potranno rivolgersi alla Cancelleria Consolare a Madrid per chiedere la verifica della propria posizione elettorale e l’eventuale rilascio del duplicato.

Il termine per la restituzione al consolato delle buste votate è fissato alle ore 16:00 del 1° MARZO 2018 (art. 12, comma 7 della Legge 459/2001)

 

1. ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE DELL’AMBASCIATA A MADRID ED ISCRITTI ALL’AIRE

Gli elettori residenti all’estero ed iscritti nell’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) riceveranno, come di consueto, il plico elettorale al loro indirizzo di residenza. Qualora l'elettore non lo ricevesse potrà chiederne il duplicato al proprio ufficio consolare di riferimento, nei termini previsti dalla legge (a partire dal 18.02.2018).

Si ricorda che è onere del cittadino mantenere aggiornato il Consolato circa il proprio indirizzo di residenza.

Chi invece, essendo iscritto nell'AIRE, intende votare in Italia, presso i seggi istituiti dai Comuni nel territorio della Repubblica, per eleggere i candidati nelle circoscrizioni nazionali e non per quelli della Circoscrizione Estero, dovrà far pervenire esclusivamente alla Cancelleria Consolare a Madrid un’apposita dichiarazione che riporti: nome, cognome, data e luogo di nascita, luogo di residenza, indicazione del Comune italiano d'iscrizione all'anagrafe degli italiani residenti all'estero, l'indicazione della consultazione per la quale l'elettore intende esercitare l'opzione (scarica qui un modello).

La dichiarazione deve essere datata e firmata dall'elettore e accompagnata da fotocopia di un documento di identità del richiedente. La stessa deve pervenire alla Cancelleria Consolare ENTRO E NON OLTRE L'8 GENNAIO 2018 (decimo giorno successivo alla pubblicazione del decreto di indizione) in uno dei seguenti modi:
- per posta elettronica all’indirizzo elezioni.madrid@esteri.it;
- per posta all’indirizzo Calle Agustín de Betancourt, 3 – 28003 Madrid;
- per fax al numero 915546669;
- oppure consegnata a mano alla Cancelleria Consolare senza appuntamento, negli orari di apertura al pubblico dell’Ufficio.
La dichiarazione di opzione può essere revocata entro lo stesso termine dell'8 gennaio.

NON è possibile presentare la dichiarazione ai Consolati e Vice Consolati Onorari.

Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano.

Moduli:
•> [Modello esercizio opzione per il voto in Italia dei cittadini residenti e iscritti all’AIRE - da inviare al Consolato] - PDF - nota: la richiesta deve essere utilizzata solo dai cittadini che intendono rientrare a votare presso i seggi istituiti dai propri Comuni di iscrizione elettorale (e pertanto non più all'estero, come stabilisce la legge).


2. ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE DELL’AMBASCIATA A MADRID (MINIMO TRE MESI)

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero nella circoscrizione consolare dell’Ambasciata a Madrid per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni, nonché i familiari con loro conviventi, potranno partecipare al voto per corrispondenza all’estero (legge 459 del 27 dicembre 2001, comma 1 art.4-bis), ricevendo il plico elettorale al loro indirizzo all'estero.

Per partecipare al voto all'estero, tali elettori - ENTRO IL 31 GENNAIO 2018 - dovranno far pervenire esclusivamente al proprio COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali un'apposita opzione.
È possibile la revoca entro lo stesso termine.

Si ricorda che l'opzione è valida solo per il voto cui si riferisce (ovvero, in questo caso, per le elezioni politiche del 4 marzo 2018).

L’opzione può essere inviata al Comune per posta, per fax, per posta elettronica anche non certificata, oppure consegnata a mano anche da persona diversa dall’interessato (nel sito www.indicepa.gov.it sono reperibili gli indirizzi di posta elettronica certificata dei comuni italiani; gli indirizzi postali, fax e email sono disponibili nei siti web dei singoli Comuni).

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera (scarica qui un modello) e obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero completo (con l’indicazione, oltre del numero civico e del cap, anche del piano e della porta, come d’uso localmente) cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza (vale a dire che ci si trova - per motivi di lavoro, studio o cure mediche - in un Paese estero in cui non si è anagraficamente residenti per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento delle elezioni; oppure, che si è familiare convivente di un cittadino che si trova nelle predette condizioni).

La dichiarazione va resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), dichiarandosi consapevoli delle conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci (art. 76 del citato DPR 445/2000).

Gli elettori temporaneamente domiciliati nelle regioni ANDALUCIA, ASTURIAS, CANARIAS, CANTABRIA, CASTILLA-LEÓN, CASTILLA LA MANCHA, CEUTA, COMUNIDAD DE MADRID, EXTREMADURA, GALICIA, LA RIOJA, MELILLA, NAVARRA, PAÍS VASCO-EUSKADI nel formulario (da inviare al Comune) dovranno indicare come "Consolato di competenza" l'Ambasciata d'Italia in Madrid.

Gli elettori temporaneamente domiciliati nelle regioni ARAGÓN, BALEARES, CATALUÑA, COMUNIDAD VALENCIANA, MURCIA e il Principato di ANDORRA nel formulario (da inviare al Comune) dovranno indicare come "Consolato di competenza" il Consolato Generale d'Italia in Barcellona (www.consbarcellona.esteri.it).

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi direttamente al proprio Comune di iscrizione elettorale.

Allegati:
•> [Modello esercizio opzione per il voto all'estero dei cittadini TEMPORANEI - da inviare direttamente al COMUNE] - PDF versione editabile da compilare con il computer (poi deve essere stampato e firmato)

 

Contatto dell’ufficio elettorale della Cancelleria Consolare a Madrid: elezioni.madrid@esteri.it 

 

ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE E L'AMMISSIONE DELLE CANDIDATURE NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO

S'informa che nel sito http://elezioni.interno.it/ è disponibile la pubblicazione predisposta dal Ministero dell'Interno relativa alla presentazione ed ammissione delle candidature nella circoscrizione estero. Eventuali quesiti e chiarimenti interpretativi dovranno essere rivolti dagli interessati direttamente al Ministero dell'Interno, Direzione centrale dei servizi elettorali, in nessun caso tramite le Rappresentaze diplomatico/consolari all'estero.


239